07:37 | 11 giu 2024

FOCUS: Moody's mette in guarda la Francia, outlook e rating a rischio

MILANO (MF-NW)--La potenziale instabilità politica è un rischio per il merito di credito della Francia, dato il difficile quadro fiscale che il prossimo Governo erediterà, avvertono gli analisti di Moody's.

Il Governo uscente è già stato costretto a rivedere al rialzo gli obiettivi di deficit al 5,1% del Pil (dal 4,4%) per il 2024 e al 4,1% (3,7%) nel 2025, pur mantenendo l'obiettivo del 3% per il 2027. Inoltre, eventuali tagli alla spesa o misure di aumento delle entrate per raggiungere questi obiettivi saranno probabilmente concentrati nel 2025, viste le elezioni presidenziali del 2027. Per gli esperti è anche possibile che questi obiettivi cadano nel dimenticatoio, nonostante le probabili pressioni della Commissione europea affinché la Francia formuli una politica fiscale coerente con le nuove regole di bilancio dell'UE.

Per Moody's le finanze pubbliche della Francia rappresentano la sfida principale per il merito di credito del Paese. L'onere del debito è il più alto tra quelli degli Stati con lo stesso rating e gli ampi deficit di bilancio strutturali hanno determinato un aumento quasi continuo dell'onere del debito a partire dagli anni Settanta. Sebbene il duplice shock della pandemia e della crisi energetica abbia alimentato il debito pubblico, il ritmo di riduzione del deficit della Francia sarà più lento rispetto a quello della maggior parte dei suoi omologhi europei. Nella previsione di base dell'agenzia di rating, gli analisti stimano che il debito pubblico salirà lentamente dal 110,6% del Pil nel 2023 a quasi il 115% del Pil nel 2027. L'elevato onere del debito rende la Francia più suscettibile all'aumento del costo dei finanziamenti e gli esperti prevedono un peggioramento dei parametri di sostenibilità del debito, attualmente tra i più solidi tra le principali economie.

"L'outlook, e in ultima analisi i rating, potrebbero essere ridotti se dovessimo concludere che il deterioramento dell'affordability del debito - che misuriamo come pagamenti di interessi rispetto alle entrate e al Pil - sarà significativamente maggiore in Francia rispetto ai suoi pari rating. L'elevato onere del debito della Francia aumenta la sua esposizione a costi di finanziamento più elevati, che potrebbero portare a un aumento più rapido del previsto dei pagamenti degli interessi", avvertono da Moody's. Infine "un indebolimento dell'impegno al consolidamento fiscale aumenterebbe inoltre le pressioni al ribasso sul credito".

alb

alberto.chimenti@mfnewswires.it


MF NEWSWIRES (redazione@mfnewswires.it)

1107:37 giu 2024